Mostre temporanee 2022





FELINI DELLE ALPI - I grandi predatori
 

La mostra completa il ciclo di alcune mostre organizzate negli anni precedenti, dedicate alla scoperta delle caratteristiche dei grandi predatori dell’arco alpino. Le mostre “Il ritorno del lupo” (2018/2019) e “La storia de l’ors” (2020/2021), particolarmente apprezzate dal pubblico, hanno raccontato sotto molteplici aspetti le caratteristiche biologiche, intersecate con aspetti storici e culturali, di due animali frequentemente presenti anche nella cronaca locale degli ultimi anni.
Vi è un terzo grande predatore, la cui presenza è più limitata e sporadica, ma che è oggetto di particolare tutela e attenzione, ovvero la lince europea o lince euroasiatica (Lynx lynnx), a cui si è deciso di dedicare un evento espositivo di grande spessore scientifico. Si è voluto così allargare il tema ai “felini delle Alpi” in quanto sta suscitando particolare interesse, sempre in una logica di promozione della biodiversità, la specie del gatto selvatico (Felis silvestris) le cui popolazioni, anche nell’arco dolomitico, sono negli ultimi tempi oggetto di studio da parte di numerosi ricercatori e scienziati. 



DI ARBATN - I mestieri di un tempo


La mostra descrive i principali mestieri di un tempo, ma contestualmente offre la possibilità, attraverso numerose dimostrazioni pratiche di artigiani tradizionali (che si terranno nel periodo estivo), di trovare nel Museo un luogo dentro cui (ri)scoprire l’attualità di alcune attività tradizionali (si pensi solo al recupero dei muri a secco) che hanno un importante valore – anche in prospettiva – in termini di valorizzazione del paesaggio, conservazione della montagna, promozione di un’economia sostenibile in grado di affiancare il progressivo ritorno delle persone in montagna (un processo inevitabile nei prossimi decenni e secoli anche a causa dell’innalzamento delle temperature e dei cambiamenti che esso produrrà soprattutto nelle pianure e nei fondovalle) e promozione di nuovi modelli turistici che mettano al centro i residenti. 


ETNOGAME - Mostra interattiva

Attraverso questo originale allestimento i visitatori dovranno indovinare la funzione di una serie di strumenti di lavoro di un tempo, provenienti dalla collezione etnografica del Museo. Un approccio originale e ludico per cercare in questo modo di trasferire in modo efficace e divertente una serie di informazioni legate al lavoro del passato, alle sue tecnologie, modalità e organizzazione. 


PIETRE SPAZIALI! Meteoriti a Luserna

Questa mostra, allestita presso la Pinacoteca R.M.Pedrazza, è rivolta principalmente ai bambini/ragazzi e ha come obiettivo quello di raccontare, con l’ausilio di reperti ma anche di un inquadramento scientifico e astronomico, come questi piccoli/grandi corpi extraterrestri si formano e come riescono ad arrivare sul nostro pianeta.

CONDIVIDI