Dai Giornali




Per le ricerche con parole chiave utlizza il modulo in fondo alla pagina (in basso a destra).




11/07/2017
()

LA LUNGA CONQUISTA DELLO SPAZIO ATTRAVERSO LE FIGURINE PANINI

Altipiani La mostra a Base Tuono dal 22 luglio


È la sera del 4 ottobre del 1957 quando arriva la notizia del lancio del primo satellite artificiale da parte dell'Unione Sovietica, lo Sputnik. A sessant'anni da quel primo passo verso lo sconfinato altrove dell'universo, si inaugura sabato 22 luglio a Folgaria (ore 18) una mostra dal titolo «La conquista dello Spazio nelle figurine Panini», un percorso espositivo che funge da anteprima del cartellone di incontri culturali sul tema della geopolitica che si svolgeranno in agosto a Base Tuono. Capire come dall'ossessione dei confini di allora, lo spazio sia diventato motivo di incontri internazionali tra astronauti e ricercatori che pensano più all'infinito universo e all'utilità collettiva di certe scoperte che alla paranoia del nemico, sarà il tema affrontato da Giovanni Caprara il giorno di apertura della mostra, prima dall'hangar di Base Tuono con una visita guidata e poi in una conferenza dal titolo «1957, un passo nell'altrove. Dall'ossessione dei confini, all'infinito universo» a Maso Spilzi il giorno dell'apertura della mostra. Sarà poi la voce autorevole di Demetrio Volcic nel corso dell'appuntamento di agosto a raccontare gli scenari della «sua Russia». La mostra è curata da Roberta Bonazza, con il contributo di Giovanni Caprara e di Paolo Battaglia.


L'ADIGE
LA LUNGA CONQUISTA DELLO SPAZIO ATTRAVERSO LE FIGURINE PANINI

CONDIVIDI